Indesign: come funziona la stampa

Começar. É Gratuito
ou inscrever-se com seu endereço de e-mail
Indesign: come funziona la stampa por Mind Map: Indesign: come funziona la stampa

1. Il lavoro sulla tipografia delle lettere ha una sua storia da raccontare

1.1. Matthew Carter - Wikipedia

1.1.1. Scrivere con la tastiera è una cosa che facciamo spessissimo. A pochi interessa sapere la storia di un particolare carattere. Se è una crezione umana o il prodotto di un software

1.1.1.1. LA DIFFERENZA

1.1.1.2. tra un carattere moderno generato vettorialmente, con linee perfette così come curve perfette

1.1.1.3. e un carattere intagliato nel metallo con le imperfezioni che lo rendono umano

1.1.1.4. non è nel materiale da cui è prodotto: ma dal progetto, sono caratteri diversi perchè sono DETERMINATI DAL SIGNIFICATO dato da chi l'ha generato sul PC.

1.1.2. 1978 : BELL CENTENNIAL

1.1.2.1. Il carattere prima è stato disegnato a mano, poi è stato rasterizzato per il sistema a pixel, (il metodo per digitalizzarlo)

1.1.2.1.1. questo è successo per la prima volta nel 1978 appunto

1.1.2.1.2. doveva essere utilizzato per gli elenchi telefonici, con caratteri scritti molto piccoli e stampato su carta di giornale (molto assorbente)

1.1.2.2. 1978 : BELL CENTENNIAL_ il carattere è stato studiato in base alla diffusione dell'inchiostro sul supporto cartaceo disponibile (di bassa qualità)

1.1.2.2.1. andava compensato negli effetti indesiderati avvenuti nella fase di stampa, dove il carattere si deformava e prendeva la "giusta" forma, pulita

1.1.3. CARTER produce in una matrice 6 x 6 il codice che poteva rappresentare i caratteri su un monitor pc

1.1.4. 1987 : scrive un font, il CARTER, con grazie POLIGONALI, che aveva bisogno di una quantità di dati limitata per la sua memorizzazione sul sitema informatico (un font senza grazie o "sans serif" = metà di uno con grazie o "serif") e pure una qualità chiara e pulita

1.1.4.1. le grazie sono informazioni che il PC deve avere e che i software devono interpretare

1.1.4.1.1. un carattere che ha pochi elementi occupa meno memoria

2. il tema dell'intera lezione è il VETTORIALE ed il RASTER ()

2.1. disegnare dentro una matrice: si disegnano i caratteri e i pallini della stampa, la stampa funziona andando a RASTERIZZARE una matrice: colorandoli, rappresentando l'immagine

2.1.1. Anche il monitor del PC è un sistema raster: ha i pixel che si accendono e si spengono

2.2. il vettoriale: è un altro mondo, disegno secondo le formule di Bézier

3. i caratteri hanno storicamente le "grazie", o la basi, utilizzate da secoli per abbellire il font tipografico

3.1. e i caratteri lineari, nati i seguito per dare maggiore ordine e chiarezza alla tipografia

4. Serie Netflix "Abstract"

4.1. ogni puntata ha una branca del design

4.2. Una serie tv su Netflix racconta il mondo del design

4.3. Ian Spalter

4.4. Jonathan Hoefler

4.4.1. parla di "identità del teatro"- brand identity, identità del marchio

4.4.2. Paula Sher

4.4.3. overshoot; bilanciamento e contrasto: processo tecnico per generare i font

4.4.4. Fonts by Hoefler&Co.

4.4.5. per i font, c'è una ricerca creativa. Non sempre va visto il "bello", ma l'interessante

4.4.6. Guggenheim nei primi del Novecento aveva raccolto una serie di opere dìarte contemporanee, raccolte in musei che potevano essere visitati da tutti. Solomon Guggenheim è morto sul titanic, lasciando alla figlia Paggy Guggenheim il compito simbolico di mostrare le collezioni

4.4.7. i font vengono progettati mettendo sempre i relazione la versione "thin" e quella "bold"

4.4.8. presa in giro del Papyrus... video Papyrus - SNL

4.4.9. Discover.typography by H&Co